image4

Consegnati 3 ventilatori polmonari all’Ospedale di S. Maria Annunziata a Ponte a Niccheri

La Misericordia, all’insorgere dell’emergenza COVID 19, dopo essersi confrontata con il reparto di emergenza/urgenza dell’ospedale di riferimento per il nostro territorio, si era resa promotrice di una raccolta fondi tra la popolazione per acquistare macchinari di cui la struttura risultava carente. Ci furono indicati anche vari tipi di ventilatori carrellati necessari alla terapia intensiva perché si temeva una situazione simile a quella lombarda e non si voleva farci trovare impreparati.
Il Magistrato decise subito di ordinarne 3 per un costo di oltre 9 mila €, sperando nella generosità della nostra gente.

La speranza nella generosità non è andata delusa e la raccolta ha superato i 18 mila €. Tantissime sono state le persone che hanno partecipato con la somma di cui ognuno disponeva. Il nostro territorio ha sempre dimostrato una solidarietà smisurata nei confronti di chi si trova in difficoltà ed anche questa volta non si è smentito. Ci sono state offerte anche consistenti come quella della Polisportiva Tavarnelle, quella di un rione di Tavarnelle, quella di un gruppo di famiglie che hanno deciso di dare una mano alle persone in difficoltà.

Venerdì 8 marzo, i ventilatori sono finalmente arrivati dopo peripezie doganali che non lasciavano passare niente che non fosse destinato alla Protezione Civile e li abbiamo consegnati all’Ospedale di Ponte a Niccheri nelle mani del Direttore Sanitario Dr. Andrea Bassetti e del Dr. Antonio Barbieri. Le misure restrittive a cui siamo ancora sottoposti non hanno permesso di essere in più persone, ma i Dottori ci hanno lungamente ringraziati in quanto gli apparecchi donati sono necessari non solo per l’emergenza COVID 19.

I restanti fondi raccolti saranno destinati, sempre in accordo con la Direzione Sanitaria di S. Maria Annunziata, per l’acquisto di un sistema per fototerapia a led per il trattamento dell’iperbilirubinemia non coniugata neonatale che può essere utilizzata per i neonati dalle madri positive al COVID in quanto può essere sistemata nella stanza a loro dedicata ed anche successivamente l’emergenza essendo un apparecchio che mancava al reparto di neonatologia.

Ringraziamo tutti ancora una volta per la generosità dimostrata e vi aggiorneremo sulla prossima consegna.


loading